Associazione Territoriale UNSIC di
Associazione Territoriale UNSIC di "Palermo Pisacane" - Patronato CAF added a new photo.Thursday, August 25th, 2016 at 8:46pm
1 1    View on Facebook
Associazione Territoriale UNSIC di
Associazione Territoriale UNSIC di "Palermo Pisacane" - Patronato CAFSaturday, July 23rd, 2016 at 10:48pm
DOMANDE DA SETTEMBRE 2016
   View on Facebook
Associazione Territoriale UNSIC di
Associazione Territoriale UNSIC di "Palermo Pisacane" - Patronato CAFThursday, July 14th, 2016 at 9:04am
IN OCCASIONE DELLA FESTIVITA' PATRONALE DI SANTA ROSALIA, IL NOSTRO UFFICIO, GIORNO 15/07/2016 RESTERA' CHIUSO.
BUONA FESTA A TUTTI I PALERMITANI !!!
1    View on Facebook
Associazione Territoriale UNSIC di
Associazione Territoriale UNSIC di "Palermo Pisacane" - Patronato CAFThursday, July 7th, 2016 at 5:33pm
Gli alert da parte dell'Agenzia delle Entrate stanno acquistando velocemente spazio, diventando una procedura standard nella comunicazione del Fisco ed un buon modo per migliorare la comunicazione con i contribuenti. Tali comunicazioni invitano a sanare irregolarità commesse nella dichiarazione dei redditi e sono emesse a seguito di un controllo automatico o di uno formale sulla dichiarazione presentata dal contribuente.

Nonostante il contenuto di questi alert sia sicuramente sgradevole, la loro funzione è rivolta a favorire il contribuente, permettendogli di regolarizzare la propria posizione andando incontro solamente a sanzioni ridotte ed evitando l'iscrizione a ruolo dei tributi dovuti.

Il contenuto di queste comunicazioni di irregolarità può essere:

•Sottolineare l'eventuale presenza di errori o il mancato pagamento di uno o più tributi dovuti, nel caso di comunicazioni a seguito di controllo automatico;

•Verificare la correttezza dei dati forniti richiedendo ulteriore documentazione, nel caso di controllo formale.

Una volta ricevuta la comunicazione di irregolarità, il contribuente può reagire in due modi:

•Può riconoscere che le somme richieste dalla comunicazione siano effettivamente da pagare. In questo caso si hanno 30 giorni di tempo dal ricevimento della comunicazione per regolarizzare, pagando una sanzione ridotta oltre al tributo e agli interessi maturati.

•Può essere in disaccordo con la pretesa del Fisco. In questo caso due strade si aprono davanti a lui: in caso di controllo automatico, il contribuente può rivolgersi a qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate, telefonare al numero 848800444 o utilizzare il servizio CIVIS per fornire le prove della correttezza dei dati dichiarati; In caso di controllo formale, può segnalare all'ufficio competente eventuali dati o elementi non considerati in maniera corretta dall'ufficio stesso.

Qualora l'Agenzia effettui una rettifica parziale della comunicazione, il contribuente riceverà un nuovo modello di pagamento con le somme da versare rideterminate e potrà usufruire della riduzione della sanzione.

Le somme dovute a seguito della comunicazione di irregolarità possono essere rateizzate: un numero massimo di 8 rate trimestrali per le somme fino a 5mila euro e un numero massimo di 20 rate trimestrali per le somme oltre quella cifra. La prima rata va pagata entro 30 giorni dalla ricezione della comunicazione, mentre le successive devono essere pagate l'ultimo giorno del relativo trimestre. L'eventuale mancato pagamento entro i termini previsti, fa decadere il beneficio della rateizzazione e i residui importi vengono iscritti a ruolo.

Nel caso in cui il pagamento sia effettuato con un ritardo non superiore a 7 giorni, ai sensi dell'art 3 del D.Lgs. n. 159/2015, vige l'istituto del “lieve adempimento”, per cui non avverrà la decadenza dal beneficio della rateizzazione, ma le sanzioni egli interessi pagati in ritardo saranno iscritti a ruolo; se vi sia un insufficiente pagamento dell'importo richiesto con la comunicazione, sarà iscritta a ruolo la frazione non pagata con le sanzioni e gli interessi su tale frazione.
1 1    View on Facebook
Associazione Territoriale UNSIC di
Associazione Territoriale UNSIC di "Palermo Pisacane" - Patronato CAF shared a link.Sunday, June 26th, 2016 at 11:02am
1    View on Facebook